#FrankiBook

LIBRI E FILM DEL MESE

 

 

MARZO

FILM “LA CADUTA, GLI ULTIMI GIORNI DI HITLER”


“La Caduta” è un film di Oliver Hirschbiegel uscito nel 2005 nelle sale italiane.
Il film è ambientato nel 1945 a Berlino e racconta gli ultimi giorni di Hitler (Bruno Ganz) nel suo bunker con i suoi generali e la sua famiglia. Racconta le decisioni di
Hitler e le incertezze dei suoi generali. L’abile interpretazione di Bruno Ganz ci ha mostrato molto bene i due “volti” di
Hitler: da una parte un uomo molto dolce con le donne e con i bambini che ha accanto a sé, dall’altra un uomo molto severo, esigente ed intransigente con i suoi

generali.
È un film molto bello non solo perché è un film fatto bene, ma anche perché è un film diverso dal solito: non racconta sempre la solita Seconda guerra mondiale, con gli stessi personaggi, ma un
periodo di storia che il cinema ha sempre un po’ trascurato. Devo dire che tra i tanti film che ho visto, questo è uno di quelli che rivedrei volentieri.

 

Risultati immagini per FILM LA CADUTA

 

VOTO: 9/10
ETA CONSIGLIATA: 13+

 

Battini Elisa, III L

 

FAI FINTA CHE IO NON CI SIA, di MEG ROSOFF

 

La dodicenne Mila è curiosa e amante del mistero proprio come il Terrier del nonno. Vive in una famiglia allegra con il padre Gil, traduttore di libri e la madre Marieka,
violinista. Per le vacanze di Pasqua è previsto un viaggio a New York per incontrare un vecchio amico del papà,Matthew. La mamma non potrà esserci perché sarà in Olanda per un concerto. Tutto sembrava andare per il meglio finché, un giorno prima della partenza, il conoscente Newyorkese non scomparve nel nulla. Mila e Gil partono per tuffarsi in una avventura che porterà a galla tante bugie. Mila è una ragazza furba e durante l’indagine, si accorge che il padre le mente, non sa cosa le nasconde ma ne è sicura e tirando a tentativi scopre che Gil sapeva fin dall’inizio dove si trovava l’amico, le aveva detto il falso per proteggerlo.
Lei non rivolge la parola al papà ma alla fine il bene vince sul male e tutto ritorna come se nulla fosse accaduto.

 

Risultati immagini per FAI FINTA CHE NON C SIAL’avventura è vista dagli occhi curiosi di una dodicenne ed è questo che, secondo me, rende la storia molto bella e fluente. Se l’Io narrante di questa storia fosse stato un adulto sarebbe stato un libro a dire poco pesante ma la protagonista interveniva con le sue riflessioni e le sue opinioni spesso divertenti.

Passando all’aspetto critico non mi piace il fatto che l’autrice abbia messo i dialoghi nel testo senza segni che li identifichino tuttavia vale la pena leggerlo perché la storia è molto interessante e anche se la mancanza delle virgolette crea spaesamento, dopo una decina di pagine ci si abitua.

 

Voto: 9/10
Età consigliata: +13

 

Sabrina Pali III L

 

LA QUINTA ONDA, DI RICK YANCEY

 

La quinta onda

La adolescente Cassiopea, Cassie per gli amici, è una dei pochissimi sopravvissuti di una catastrofe aliena a livello mondiale. Gli esseri superiori non scendono, almeno in un primo momento, sulla Terra per dilaniare umani, lasciare cerchi nel granoturco, rapire mucche o sparare raggi colorati: hanno escogitato un piano, un genocidio di massa della razza umana, attraverso alcuni significativi eventi, chiamati Onde.

All’alba della prima Onda vi è un gigantesco impulso elettromagnetico che disattiva ogni sorta di oggetto a motore o che richiede energia o carburante: telefoni cellulari, lampioni, motori, centrali elettriche e nucleari, radio, altoparlanti e così via. Il mondo cala nell’oscurità e ripiomba di prepotenza nell’Età della Pietra.

Nella seconda Onda un gigantesco tsunami sommerge tutte le città vicine o in prossimità del mare in tutto il mondo, e, di conseguenza, decima la popolazione. Stoccolma, Roma, Barcellona, New York, e ovviamente un sacco di isole, vengono divorate dall’oceano mietendo numerose vittime.

La terza Onda porta la diffusione, mediante gli uccelli, di un pericolosissimo virus, estremamente contagioso nonché mortale. Denominato Cavaliere Rosso, Morte Rossa o Cavaliere dell’Apocalisse, i suoi effetti sono come quelli di malattie come la peste, il colera, lo scorbuto, l’ebola e la febbre gialla messe assieme, con il rischio di contagio paragonabile a quello di una comune influenza.

La quarta Onda fa prendere sembianze umane agli esseri superiori, che scendono sulla terra prendendo il controllo delle menti, uccidendo chiunque silenziosamente.

Cassie, segnata dalla scomparsa della madre e del padre, deve ritrovare il proprio fratellino Sammy, e deve scoprire il segreto della Quinta Onda, che non si è ancora abbattuta sulla terra.

Un romanzo ricco di suspence e di mistero, tipico del giallo fantascientifico. Certi punti risultano molto dialogati, e il libro può creare parecchia confusione perché narra principalmente dei flashback della protagonista, lasciando così spesso uno scomodo punto interrogativo. Inoltre alcuni punti potrebbero dare fastidio, poiché la malattia della terza Onda viene minuziosamente descritta in tutto il suo orrore. Nonostante ciò la lettura è abbastanza fluida, anche se sinceramente, il genere fantascientifico non mi appartiene. Un buon libro, anche se nel complesso non ha nulla da evidenziare o che lo distingua da un altro libro qualsiasi di codesto genere.

 

Voto: 6,8/10

 

Età consigliata: 15+

                                                                                     Nicolò Clementi, III L

 

 “THE DAY AFTER TOMORROW”


Risultati immagini per the day after tomorrowLunedì 11 marzo, in classe, nella lezione di geografia, abbiamo visto il film “The day after tomorrow”, che tratta come argomento il riscaldamento globale e ciò a cui può portare. È un film appassionante e coinvolgente, ma non
privo d’illustrazioni e spiegazioni scientifiche. Narra delle vicende, ambientate in America, del figlio di un famoso climatologo e di una serie di amici che incontra in una cena tra varie scuole di New York. Nel film il riscaldamento globale porta ad un eccessivo scioglimento delle calotte polari, per cui la percentuale di sale nell’acqua marina scende, causando la fine delle correnti atlantiche (che esistono solo per un sottile equilibrio tra acqua dolce e salata), che, non mitigando più le coste dell’Atlantico settentrionale, portano ad una nuova glaciazione, che porta alla migrazione di molti Statunitensi in Messico, al contrario di ciò che sta succedendo oggi.

 

Voto: 9/10

 

 

Età consigliata: 9+

Filipo Zuffi, I F

UN FANTASMA PER AMICO


Karl, un ragazzo della città di Eulenberg durante una gita notturna al castello di Eulenstein, incontra un
fantasmino di nome Casper il quale, essendo un fantasma notturno, si svegliava solo durante l’ora degli spiriti
(dalle 12:00 all’01:00 di notte)rimpiangeva il fatto di non aver mai visto il castello alla luce del giorno.
Per questo Casper grazie al Gufo Ciufo, un suo amico all’interno del castello gli disse che spostando il suo orologio (cioè l’orologio del municipio) poteva svegliarsi ad un’altra ora del giorno.
Ma lui non sapeva che qual era il suo orologio, allora lui sposto tutti gli orologi del castello, ma non ci riuscì a svegliarsi di giorno per quel motivo ma perché hanno dovuto resettare l’orologio e quindi riuscì a vedere la luce del giorno. Ma appena andò sotto la luce, diventò da candido come la neve a nero come la pece. Allora tutti cominciarono ad avere paura di lui così Casper cominciò a rimpiangere il fatto di essere un fantasma diurno.
Così Karl e i suoi amici aiutarono Casper a ritornare un fantasma notturno.

 

Età consigliata: 5+

 

 

Voto: 9/10

 

Ferrari Federico, I F

 

PERCY JACKSON E GLI DEI DELL'OLIMPO - IL LADRO DEI FULMINI

 

Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo: il ladro di fulmini è un libro, anzi romanzo, del 2005 scritto da Rick Rioran. Il libro è il primo della serie di cinque libri, 

basati su personaggi della mitologia greca ma ambientati negli Stati Uniti.

Percy abita a New York ed è un ragazzo dislessico e soggetto a deficit dell'attenzione. 

A undici anni, durante una gita scolastica, viene aggredito dalla sua professoressa di matematica tramutata in una delle tre Furie
che lo accusa di aver rubato la Folgore di Zeus e l'elmo dell'invisibilità di Ade.

La sua vita viene sconvolta:comprende l'esistenza delle divinità dell'Olimpo e dei mostri mitologici. L'inverno dello stesso anno
approda al Campo Mezzosangue, un luogo in cui vivono persone che hanno un genitore divino e l'altro mortale e scopre di essere

un semidio figlio di Poseidone. Viene accusato di aver rubato la Folgore di Zeus e
l'elmo dell'invisibilità di Ade e di voler causare un scontro fratricida. Al campo,perciò, gli viene assegnata un'impresa,

recuperare la Folgore e l'elmo dell'invisibilità.

Durante il suo cammino, assieme ad Annabeth figlia di Atena e a Grover, un satiro, affronta molte peripezie tra cui
l'incontro e l'uccisione di Medusa, a cui segue un appuntamento con Ares,il dio della guerra,che gli dona uno
zainetto. Percy, quindi, si reca negli Inferi per dimostrare la sua innocenza ad Ade, ma nel suo zainetto trova
inaspettatamente la Folgore e a stento riesce ad evitare la sua ira.
Incontra il dio della guerra e i due si sfidano: Percy riesce a vincere grazie ai suoi poteri acquatici e recupera
la Folgore e l'elmo. Si reca sull'Olimpo (il seicentesimo piano dell'Empire State Building) e li restituisce alle rispettive divinità.

 

Risultati immagini per percy dei dell'olimpo

 

Voto:10
Età consigliata:11+

 

 

PERCY JACKSON EGLI DEI DELL'OLIMPO-IL MARE DEI MOSTRI


Percy abita a New York,ha cambiato scuola ma i pericoli non sono finiti:incontra una banda di lestrigoni,giganti cannibali,ai quali riesce a sopravvivere grazie all'intervento di un ciclope,Tyson,che si dimostra suo fratello essendo figlio di Poseidone. Percy scopre, attraverso un legame empatico, che Grover, alla ricerca di Pan,il dio satiro delle selve, è stato intrappolato da un mostro,il ciclope Polifemo.
Percy ritorna al Campo Mezzosangue,ma i confini che lo proteggono dai mostri si sono indeboliti perchè il pino che rinforzava i limiti del campo
è stato avvelenato. Sei anni prima,Grover,Annabeth,Talia e un ragazzo di nome Luke,che l'anno prima aveva tentato di uccidere Percy,erano approdati al Campo Mezzosangue,ma Talia era morta durante uno scontro contro il Minotauro. Zeus,il padre di Talia, aveva avuto pietà di lei e l'aveva
trasformata in un pino. Solo il Vello d'Oro,custodito nell'antro di Polifemo, sarebbe in grado di salvare il pino e così viene assegnata un'impresa a Clarisse,figlia di Ares. Percy non può starsene a guardare e decide di recuperare anche lui il Vello insieme ad Annabeth e a Tyson e di ritrovare Grover.
Durante il suo percorso i pericoli non mancano, Percy infatti approda sulla Principessa Andromeda,una nave da crociera in cui ritrova Luke:egli infatti non è contento dei genitori divini che non prestano ai propri figli nessuna attenzione, ed è stato persuaso da Crono,un titano che gli dei hanno annientato abbandonando le sue reliquie nel Tartaro, a distruggere gli dei dell'Olimpo. Crono,però si sta rigenerando. Percy riesce a scappare dalla nave e incontra Clarisse,ma perde Tyson contro Scilla e Cariddi nel Mare dei Mostri, ovvero il Triangolo delle Bermuda. Percy e Annabeth approdano al centro benessere di Circe,e il figlio di Poseidone viene trasformato in un porcellino d'India. Grazie all'astuzia di Annabeth riescono a scappare,ma arrivano sull'isola delle sirene:Annabeth non resiste e si tuffa in acqua,ma grazie ai poteri
acquatici di Percy si salvano.
Giungono finalmente sull'isola del Ciclope e recuperano Grover,il Vello d'Oro e ritrovano perfino Tyson. Durante il viaggio di ritorno verso il Campo Mezzosangue a Miami Beach incontrano Luke, insieme a tutte le truppe della Principessa Andromeda,
che cerca il Vello;riescono a salvarsi grazie all'intervento di alcuni centauri.
Arrivati finalmente al Campo Mezzosangue,grazie al Vello d'Oro ubicato sul pino, i confini magici si ristabiliscono,ma inaspettatamente il pino ha
espulso anche Talia.

 

 

 

Voto:9/10

Età consigliata: 11+

 

 

 

PERCY JACKSON E GLI DEI DELL'OLIMPO-LA MALEDIZIONE DEL TITANO


Percy,con Talia,Annabeth e Grover,approdano in una scuola nel Maine,una regione degli Stati Uniti per portare al Campo due semidei,Nico e Bianca di Angelo, di cui non si conoscono i genitori. Incontrano però una manticora , un mostro mitologico che lancia tantissime spine. Accorre in loro aiuto Artemide,la dea della luna e della caccia assieme alle sue Cacciatrici. Diventare Cacciatrici di Artemide comportava l'immortalità,ma non in battaglia e bisognava praticare la castità. In seguito Bianca diventa una Cacciatrice di Artemide. Artemide e Annabeth vengono rapite e portate

in un luogo sconosciuto.
Percy,Grover,Talia e le Cacciatrici di Artemide si recano al Campo Mezzosangue e l'oracolo comunica loro una profezia,in cui si racconta che due dei cinque semidei che dovranno compiere un'impresa periranno, incontreranno il flagello degli dei e uno di essi dovrà patire la Maledizione del Titano.
I cinque semidei che partiranno alla ricerca di Artemide e Annabeth sono:Percy,Talia,Grover,Bianca di Angelo e Zoe,una delle più importanti Cacciatrici
di Artemide. I semidei e le Cacciatrici incontrano il cinghiale di Erimanto,una delle dodici fatiche di Ercole e riescono a stento a sopravvivere.

Successivamente incontrano Tantalo, un mostro composto da rottami che causa la perdita di Bianca,
che Nico,suo fratello, aveva affidato a Percy.
Poi combattono a San Francisco con Nereo, un indovino che ha la capacità della metamorfosi,che svela loro che presto avrebbero trovato il flagello dell'Olimpo.
Percy,osserva l'acqua e nota una “mucca-serpente” chiamato Ofiotauro. Si narrava anticamente che chi avesse bruciato le viscere di questo animale avrebbe
posseduto il potere di distruggere l'Olimpo.
Arrivano sul Monte Otri, la cui entrata è protetta dal drago Ladone. Superato questo ostacolo arrivano da Atlante, un Titano che è stato punito con la maledizione di sorreggere il cielo. Lottano contro il Titano e il suo esercito. Atlante aveva torturato
Annabeth e Artemide con l'imposizione di sorreggere il cielo. Percy e i suoi compagni riescono a sopraffare Atlante ma perdono Zoe,sua figlia e Percy riesce a
stento a resistere alla Maledizione. Quando torna al Campo Mezzosangue viene minacciato da Nico,che è molto irato per la morte di sua sorella.
E' un libro interessante e avvincente scritto con linguaggio colloquiale.

 

 

 

Voto:9,2/10
Età consigliata:10+

 

 

Edoardo Piroli, I F

LIBRI DEL MESE

 

FEBBRAIO

 

IL SIGNORE DEGLI ANELLI

 

Il libro fantasy di J. R. R. Tolkien racconta delle vicende nella Terra di Mezzo di un piccolo gruppo di Hobbit (creature simili agli umani eccetto che per la statura e per la loro folta pelliccia) che in seguito andrà ad aumentare grazie alla partecipazione di alcuni fra i più scaltri guerrieri della zona: il re umano Aragorn erede al trono di Gondor ed eccellente spadaccino, il guerriero nanico Gimli forte e coraggioso, lo scaltro arciere elfico Legolas principe del regno elfico di Mirkwood, ed infine Gandalf, saggio stregone, burbero ma responsabile. Questo gruppo di eroi dovrà affrontare le miriadi di peripezie della Terra di Mezzo, per distruggere un potente anello che donerà un incredibile potere maligno a Sauron, vecchio re di Mordor, regno in rovina popolato da orribili creature e fantasmi del passato.

Ritengo molto difficile provare a parlare di un capolavoro della letteratura fantasy tale. Non per nulla, lo stesso Tolkien è considerato il padre fondatore di questo complesso genere letterario. Difficile a causa della lettura in sé molto sostanziosa, ricca di descrizioni meravigliose, ricordi di storie antiche, sottotrame che si intrecciano creando uno sfondo narrativo che permette al lettore di ricollegarsi agli eventi del passato narrati in terza persona nel libro ascoltando solo le minuziose descrizioni… è per questo che consiglio di leggerlo a pezzi e con intervalli brevi e regolari. Come un medicinale, anche se molto più piacevole da ingerire, e che rinvigorisce l’immaginazione e la creatività, lo stupore di girare appassionatamente ogni pagina e dire: “Che cosa succederà adesso?” “Come si svilupperà la trama da questo punto?” Perché Tolkien è così, imprevedibile, e quindi per me e per molti è stato più facile lasciarsi trascinare nel vastissimo mondo di quest’opera. Sembra a tutti gli effetti un libro di storia. Questo perché a conclusione del volume vi sono varie linee del tempo, alberi genealogici di antiche famiglie, umane, naniche, elfiche… questo per chi è intenzionato a scavare fino alle radici e a costruirsi attorno un piacevole sfondo, che dona ancor più senso alle vicende svolte dai nostri protagonisti. Un capolavoro senza tempo che vi farà sognare e vi renderà occupati per giorni e giorni. Una perfetta alternanza fra momenti tranquilli e situazioni dove il tempo è un temibile nemico, dove gli adii sembrano veri, dove sembra totalmente incredibile pensare che come in ogni storia fantasy ci sia un lieto fine. Questo libro ha la capacità di far nascere l’apprezzamento verso il fantasy, un genere considerato certe volte frivolo, infantile e surreale. Una lettura appassionante consigliata a tutti.

 

 

Voto: 9,9/10

Età consigliata: 11+

                                                                                                                                                        Nicolò Clementi, III L

 

VERSO CASA 

 

“Verso casa” è un libro di Michael Morpurgo che prende spunto da una storia vera, in cui un ragazzo pakistano racconta delle sue terribili avventure
pur di ritrovare la felicità in Inghilterra, sogno che viene infranto quando dei poliziotti lo portano in un centro di detenzione in attesa della rimpatrio.
Il suo migliore amico e suo nonno però vogliono fare in modo di impedire il triste viaggio verso il loro paese.

Aman racconta la storia al nonno dell’amico di Matt sulla quale poi il nonno stesso (ex giornalista) scriverà un articolo per impedire altre sofferenze al
piccolo ragazzo. Aman proviene da un mondo corrotto e con persone crudeli che infrangono il sogno di essere felice.

Pernevitare che questo riaccada, la nonna, ormai in fin di vita, per assicurare un nuovo
destino ai successori, raccoglie i soldi e i gioielli da lei avuti e li lascia andare. Ad aiutarli
nel viaggio c’è un cagnolino di nome Ombra che in seguito si scopre essere un cane
americano antibomba scappato da uno scontro contro i Telebani. Il cane li porta da
in un accampamento, dove poi lascerà il ragazzo che dovrà affrontare
un lungo viaggio in condizione disumane. Raggiungerà l'Inghilterra, dove passa
con suo zio e la madre sei anni, fino a quando non succede il fatto. Il nonno e il
nipote Matt decidono allora di organizzare una protesta in onore di questi ragazzi, cui
parteciperanno centinaia di persone (tra tutti c'è Ombra).

 

 

 

Voto: 8/10

Età consigliata: 10+

Matteo Greco, III B

LIBRI DEL MESE 

GENNAIO

 

 

 

Il Nome della Rosa

 

Dall'abile mano del genio Umberto Eco, oggi risfoglieremo e discuteremo assieme un capolavoro senza tempo.

Sto ovviamente parlando de "Il Nome della Rosa", il più grande successo di Eco. Parla delle serie di investigazioni di Guglielmo da Baskerville e Adso da Melk, che cercano il colpevole e il collegamento di alcuni misteriosi omicidi in un isolato monastero benedettino in Nord Italia. Prima di parlare del libro stesso, ritengo che sia necessario precisare che l'ambiente ansiogeno e la lettura stessa, molto sostanziosa, dal linguaggio difficile e dai frequenti latinismi, rendono il libro adatto a un pubblico più maturo e disposto a leggere un libro di tale lunghezza (circa 600 pagine e mezzo).

Grazie alla laurea in Storia Medievale di Eco, l'ambientazione, gli usi e i costumi tipici della metà del 1300, in pieno medioevo, durante le crociate e le cacce alle streghe, dove l'uomo è profondamente marchiato dal timore e dalla fede in Dio, sono storicamente accurati e fedeli ai modelli di vita della società ecclesiastica di un tempo. Le descrizioni sono ricche di dettagli, e permettono al lettore di immaginare l'ambientazione senza alcuno sforzo. Nel libro, c'è la descrizione del portale di una chiesa, lunga ben 4 pagine. Egli è abile nel far immaginare al lettore ogni dettaglio in modo chiaro e nitido.

Il libro è storicamente accurato. Ci sono chiari esempi ai processi e alle esecuzioni della Santa Inquisizione (come la morte sul rogo) e la maggior parte degli autori e dei filosofi citati da Guglielmo sono veri, o si riferiscono a personaggi realmente esistiti. Ci sono però alcune incongruenze: errori che sono macroscopici se notati. Ad esempio, durante una cena in monastero, viene servito un agnello con contorno di peperoni. Il peperone non era stato ancora importato in Europa, essendo un tipico frutto sudamericano, continente di cui ancora si ignorava l'esistenza a quei tempi. Tralasciando questi errori, il Nome della Rosa è un libro impeccabile, nonchè un capolavoro indiscusso della letteratura italiana contemporanea.

 

 

Voto: 9,7/10

Età consigliata: 14+

 

Nicolò Clementi, III L

 

TUTTE LE VOLTE CHE HO SCRITTO TI AMO!!

 

Cari lettori,

vi presento una saga di tre libri, di cui già due sono film in onda su Netflix. Vi prego, fidatevi: leggere il libro ti coinvolge molto di più!

"Tutte le volte che ti ho scritto ti amo", primo libro della saga, è un romanzo rosa. La protagonista è Lara Jean, frequenta la 4^ superiore, ha due sorelle ma non ha una spericolata vita sociale. Ha una sola amica, Cris. Lara è una vera e propria sognatrice che trascorre pomeriggi chiusa in casa. Negli anni si è presa una cotta per ben cinque ragazzi: Lucas, Jhosh, Kenny, Jhon...e Peter. Lara è una grande romanticona e a tutti questi ragazzi scrive una lettera...chiaramente non voleva spedirle... ma ops... queste lettere inevitabilmente vengono spedite!!! Questo stravolge la vita della ragazza, rendendola agli occhi di tutti più interessante.

Scritto in un modo molto profondo, sembra di immedesimarsi nella protagonista! Io me ne sono innamorata! 

Lo consiglio, cari lettori e lettrici.

 

Voto: 8/10

Età consigliata: 12+

 

 Margherita Bonelli, II A

 

Aggiungi il tuo testo.

Questa è la vera verità
Autore: Dan Gemeinhar
Mark, 12 anni, è un ragazzino forte che sta lottando contro il cancro.
Dopo mesi di cure sembrava passato e invece... Il ritorno della malattia lo
mette faccia a faccia a se stesso e alla vita. Mark odia essere malato. Odia
il tempo, odia non potersi più immaginare un futuro. Anche questa è la
verità. Per questo decide di sfidare tutto e tutti, di scappare di casa, di
mantenere una promessa che ha fatto a se stesso e al nonno: scalare il
monte Rainier, da solo, con le sue sole forze e con l’unica compagnia di
Beau, il suo cane. È inverno, nello stato di Washington, una tormenta di
neve è in arrivo, ma Mark parte lo stesso. Lo zaino in spalla e il cane in un
borsone. Solo Jessie, la sua migliore amica sa dove sta andando. E Mark sa
che custodirà il suo segreto perché si fida cecamente di lei. Quello che
non sa è il fine del suo viaggio e quello che la rabbia, la fatica, l’amicizia,
l’affetto, gli incontri e le sfide della strada gli riveleranno, passo dopo
passo. Questa è la vera verità.

Voto: 9/10

 Età +13

                                                                                            Montano Gianluca III^L

..